Cryptolocker – info utili

Con il termine ramsonware si intendono quei software che attraverso operazioni di cifratura dei file li rendono inutilizzabili allo scopo di estorcere un riscatto (dal termine inglese ramson).
Sulla scena informatica di fine 2014 ha iniziato a fare la sua apparizione anche da noi cryptolocker (con le sue varianti) un ransomware che provvede a crittografare tutti i file, personali e anche della rete in modo tale che non possano essere più accessibili. La parola chiave che consente di decodificare i file non viene fornita ed anzi, in perfetto stile ransomware, viene richiesto il versamento di un importo da definirsi a seconda della variante.
Se l’utente non effettuerà il versamento della quota richiesta come riscatto entro 72-96 ore non avrà più accesso ai propri file.
Purtroppo, ad oggi, non è possibile ancora di decodificare i dati crittati da cryptolocker in quanto la chiave di cifratura utilizzata, a 2048 Byte, rende impossibile qualsiasi tentativo di manomissione e decrittazione. Non basta neanche rimuovere il virus dal sistema in quanto anche se il virus è rimosso ormai i file sono criptati e totalmente inutilizzabili.
CryptoLocker generalmente si diffonde come allegato di posta elettronica apparentemente lecito e inoffensivo che sembra provenire da istituzioni legittime. Vengono, spesso, utilizzate mail di corrieri di spedizione (dhl, ups, sda) o invio di fatture di acquisto effettuate on line oppure fatture di Telepass.
La mail contiene un file allegato, di solito pdf o zip, che in realtà è un file eseguibile e, una volta cliccato su esso viene avviato irrimediabilmente il processo di crittazione dati. Questo è reso possibile da una caratteristica del sistema operativo che a fronte di un file chiamato nomefile.pdf.exe mostrerà una icona ed una estensione pdf, apparendo un innocuo file acrobat mentre nella realtà è un eseguibile.
Il messaggio generato da CryptoLocker è il seguente:
“I tuoi file personali sono stati criptati!
Il criptaggio dei file importanti su questo computer: foto, video, documenti,ecc.
Per decodificare i file devi ottenere una chiave privata.
Per ottenere la chiave privata per questo computer, devi pagare XXX0 USD/ YYY EUR/somma simile in altre valute.”
Come difendersi? Ad oggi, purtroppo l’unica soluzione è il buon senso. Non esiste, infatti, un antivirus che sia in grado di eliminare il virus e ripristinare i file. Solite raccomandazioni del caso, quindi:
Controllare sempre, una volta scaricato l’allegato di una mail, anche se proveniente da fonte sicura, che l’estensione corrisponda a quella visualizzata dal sistema operativo
Usate sistemi operativi aggiornati (xp non va più bene)
Attenzione alle chiavette USB
Utilizzate antivirus professionali
Effettuate e controllate le copie di backup, conservando una copia completa di qualche giorno scollegata dai sistemi perchè il virus attacca anche le copie
Al primo sintomo di messaggi strani o della presenza di files con estensione “Encrypted” spegnere i pc e i server e chiamare l’assistenza
Cotrupi

Partnership con Delta Elettronica

deltaVi annunciamo la creazione della Partnership con Delta Elettronica Srl.

Nella prospettiva di erogare un servizio sempre migliore e adeguato abbiamo creato una divisione che dovrà mettere al centro la Qualità, Tempestività e attenzione alla Formazione.

La squadra è composta dallo stesso personale che fino ad oggi ha svolto tale compito in nome e per conto di Delta Elettronica Srl, pertanto non cambieranno i tecnici ma la Qualità e l’Attenzione con le quali verranno gestite l’assistenza tecnica e l’erogazione dei servizi ad essa correlati.

Assitech.Net, quindi, si occuperà di tutte le Vs. problematiche informatiche inerenti a:

Servizi e Assistenza, Contratti di Manutenzione, Consulenza Sistemistica, Tutela e Prevenzione e Sicurezza, Hardware, Software, Stampanti e Consumabili.

Se lo desidera, possiamo fissare un appuntamento per un sopralluogo gratuito sia per farLe conoscere nel dettaglio l’attività di Assitech.Net, che per un controllo della sicurezza del Vs. computer.

Contattateci al
Tel: 02-425905
mail info@assitech.net

STAY inCOWORK: due giorni di incontri e workshop di, con e per i coworkers

18 e 19 settembre

STAY inCOWORK è una iniziativa organizzata da inCOWORK, in collaborazione con ACTA l’associazione dei freelance.

Due giorni aperti a tutti, freelance e coworkers di incontri con esperti ed appassionati di sharing economy, approfondimenti sul crowdfunding, workshop dedicati alle start up.

L’interesse per gli spazi di condivisione, dove professionalità diverse possano collaborare, sviluppare i propri progetti, coltivare le proprie professionalità è l’elemento alla base di STAY inCOWORK: l’obiettivo è quello di creare un’occasione di socializzazione, incontro e conoscenza per chi già si muove nel mondo del coworking e del “lavoro agile”, per chi inizia oggi o è solo curioso di scoprire un nuovo spazio di coworking.

STAY inCOWORK si svolgerà giovedì 18 e venerdì 19 settembre presso inCOWORK, in via Montegani 23 a Milano.

Nel programma dei due giorni ampio spazio verrà dato ai temi dell’economia collaborativa, alle esperienze di coworking e al crowdfunding con gli interventi, tra gli altri, di Coworking Project, ToolBox ed ACTA.

Tra le iniziative anche due workshop de dicati a freelance e professionisti sulla negoziazione con il cliente e tariffe e sulla previdenza complementare.

L’ingresso a STAY inCOWORK è gratuito. Per partecipare è necessario registrarsi al seguente link.

http://www.eventbrite.it/e/biglietti-stay-incowork-workshop-acta-12776826833

Il Programma

Giovedì 18 settembre

Ore 17:30

Check in & welcome inCOWORK

Il Making of di inCOWORK

Storytelling live con fumettisti, vignettisti, foto e diapositive.

Ore 18:00

E’ tutto condivisione quel che luccica?

Due parole, tra sharing economy e coworking

Intervengono: Massimo Carraro (Coworking Project), Dario Banfi (giornalista), Aurelio Balestra (ToolBox), Pietro Cotrupi (inCOWORK).

Ore 19:00

Vi presento Acta, l’associazione dei freelance

Interviene Anna Soru, Presidente.

Ore 19:20

Il Manuale del crowdfunding

Ovvero come realizzare le tue idee grazie ai nuovi strumenti di finanziamento online

Alessandro Brunello ci parla del suo libro per finanziare le idee e le start up.

Segue

Aperitivo inCOWORK

Venerdì 19 settembre

Ore 9:30

La Colazione del Freelance

Ore 10

Workshop ACTA:. Negoziare con Golia

L’arte della negoziazione con il cliente

A cura di Enrica Poltronieri e Cristina Zanni, Acta.

Ore 11:30

Previdenza complementare: come e perché

Storie di vita e una convenzione per freelance

Una testimonianza di Mico Imperiali e la presentazione della convenzione realizzata da Seconda Pensione per Acta.

Per informazioni e contatti: inCOWORK Milano/Montegani

Pietro Cotrupi – 02-425905 / 328-2234896 – info@incowork.it

inCOWORK

Coworking Cowo® Milano / Montegani

Via Montegani 23 – Milano

Il nuovo spazio di coworking pensato per te che desideri lavorare immerso nella luce naturale e in un ambiente giovane e di design, ma accogliente come il salotto di casa tua.

Un luogo in cui i professionisti si incontrano e condividono, dove anche tu potrai progettare e far crescere la tua professionalità, come piace a te.

A tua disposizione sale riunioni, che puoi affittare per un’ora o per un giorno, desk attrezzati e spazi comuni. Servizio segreteria, roof-garden con coftèe & break corner, libreria con le pubblicazioni utili per il tuo lavoro, spazio lettura e zona relax.

http://www.incowork.it

http://www.facebook.com/incowork

http://www.coworkingproject.com/coworking-network/milano-montegani/

ACTA

ACTA è la prima associazione costituita in Italia per dare rappresentanza ai professionisti che lavorano in autonomia: formatori, ricercatori, informatici, creativi e altre categorie di consulenti, che si rivolgono a clienti imprese o enti della Pubblica Amministrazione.

ACTA nasce nel 2004 ed è policamente indipendente. Le nostre proposte non rientrano in una logica corporativa, ma sono principalmente richieste di equità, di riforme per eliminare discriminazioni c estendere diritti che dovrebbero essere universali nel mondo del lavoro.

Ci occupiamo delle grandi questioni del Welfare (contributi previdenziali altissimi ma esclusione dal sistema di tutele e pensione bassissima), delFisco (imposizione fiscale superiore ai dipendenti, strumenti inutilmente vessatori) e dei Diritti (il diritto del lavoro è oggi soltanto “diritto del lavoro dipendente”: per noi non c’è obbligatorietà nella stipula di contratti, non è rispettata la norma sui tempi di pagamento etc).

Per maggiori informazioni www.actainrete.it